051 780279

Lun-Ven, 8:30 – 12:30 | 13:30 – 17:30

induttanze-monofase-e-trifase-bologna-modena

Induttanze monofase

E.F.C. si occupa di progettazione e realizzazione di induttanze mono e trifase, impedenze e reattanze elettroniche che trovano applicazione in diversi settori: eolico, fotovoltaico, filtraggio, UPS, ecc.

In elettrotecnica, l’induttanza è una grandezza fisica definita “coefficiente di autoinduzione” e rappresenta l’attitudine di un circuito elettrico a concatenarsi col flusso del campo magnetico generato dalla corrente che lo percorre.

Nell’uso pratico, le induttanze monofase sono componenti elettromagnetici induttivi costituiti da un avvolgimento (bobina o solenoide) di filo conduttore realizzato in aria o sopra un nucleo di lamierino magnetico. Il nucleo può essere di tipo a mantello oppure di forma toroidale.

Questi componenti induttivi trovano il loro principale utilizzo come filtro in corrente continua (induttanza di filtro o choke) e come limitatore della corrente nei circuiti elettrici monofase e trifase (batterie di condensatori di rifasamento, alimentatori elettronici, raddrizzatori, impianti di distribuzione dell’energia elettrica).

Il corretto dimensionamento e calcolo dipende dal tipo di utilizzo.

Contattaci per conoscere meglio i nostri prodotti per avviamenti di motori e per richiedere preventivi e prezzi. Operiamo nelle province di BolognaModena e su tutto il territorio nazionale.

Caratteristiche tecniche

Le nostre realizzazioni possiedono le seguenti caratteristiche:

  • Induttanza: richiesta cliente
  • Corrente nominale: richiesta cliente
  • Frequenza: 50 o60 Hz (altro su specifica)
  • Temperatura di esercizio: max 40 °C
  • Grado di protezione: IP00 (a giorno)
  • Classe di isolamento: F (155 °C)
  • Tensione di prova di isolamento: max 5000 V
induttanze-e-impedenze-elettroniche-bologna

Induttanze trifase

Il nostro lavoro di progettazione e realizzazione di componenti elettromagnetici induttivi comprende anche la creazione di induttanze trifase, ovvero costituite da tre avvolgimenti (bobine o solenoidi) di filo conduttore realizzati sopra un nucleo di lamierino magnetico EI a tre colonne. La realizzazione della parte magnetica del nucleo è fatta mantenendo separate le I dalle E ed interponendo un traferro calcolato che serve per avere il valore di induttanza desiderato.

Questi componenti induttivi trovano utilizzo principalmente in ambito industriale come filtro in corrente alternata, come limitatore della corrente nei circuiti elettrici (batterie di condensatori di rifasamento, alimentatori elettronici, circuiti con ponte raddrizzatore, impianti di distribuzione dell’energia elettrica, impianti elettrici industriali), e come limitatore della corrente di spunto all’avviamento dei motori elettrici trifase.

Caratteristiche tecniche

Le induttanze trifase da noi realizzate possiedono le seguenti caratteristiche:

  • Induttanza: richiesta cliente
  • Corrente nominale: richiesta cliente
  • Frequenza: 50-60 Hz
  • Temperatura di esercizio: max 40 °C
  • Grado di protezione: IP00 (a giorno)
  • Classe di isolamento: F (155 °C)
  • Tensione di prova di isolamento: max 5000 V

Costruite in conformità alle norme CEI 61558 e CEI 60076, le induttanze trifase prevedono l’impiego di conduttori quali: fili e piattine, in rame ed alluminio. Vengono studiate e costruite tenendo conto delle esigenze del cliente come: ingombri e layout meccanici, sistemi di raffreddamento, rendimenti elettrici e conseguenti livelli di perdite ammissibili.

Impedenze

Nell’uso pratico, con il termine “impedenze” si vuole intendere un componente elettrico induttivo che viene realizzato mediante bobina in aria o avvolta su di un nucleo magnetico: possono essere monofase, bifase, trifase, su nucleo magnetico o in aria e possono essere costruite secondo qualsiasi esigenza di carattere tecnico o dimensionale.

Le impedenze trovano impiego in vari campi, dall’elettronica all’elettrotecnica, per i più svariati utilizzi, come la realizzazione di sistemi di filtraggio delle armoniche di corrente e tensione, livellamento della corrente raddrizzata, circuiti adattatori, circuiti risonanti, limitazione della corrente di spunto.

Reattanze e bobine

In elettrotecnica le reattanze sono componenti immaginarie delle impedenze, e sono causate dalla presenza di induttori o condensatori nel circuito, che provocano uno sfasamento tra tensione e corrente; nella pratica, “reattanza” è un termine utilizzato come sinonimo di impedenza induttiva.

Le reattanze trovano impiego in vari campi, dall’elettronica all’elettrotecnica, con utilizzi come la realizzazione di sistemi di filtraggio delle armoniche di corrente e tensione, livellamento della corrente raddrizzata, circuiti adattatori, circuiti risonanti, limitazione della corrente di spunto, avviamento motori elettrici.

La E.F.C., attiva nelle province di Bologna, Modena e su tutto il territorio nazionale, è a tua completa disposizione, per la realizzazione di induttanze, impedenze e reattanze su misura.

Contattaci!

Il nostro staff è a vostra completa disposizione per eventuali preventivi